COLLOQUI D'AMMISSIONE

Sono in corso i colloqui d’ammissione per la scuola di specializzazione in psicoterapia per l’anno 2019-2020

Particolarmente interessanti e qualificati risultano i seminari teorici e clinici, i convegni e le giornate di studio. Questi incontri mirano a sollecitare un confronto sia specialistico che interdisciplinare sui principali e più attuali temi della ricerca psicologica e psicoterapeutica.

Seminari annuali
Parte integrante dell’attività formativa sono i seminari annuali che completano i Corsi teorici obbligatori per gli allievi del corso di formazione quadriennale. I seminari sono condotti dai didatti delle materie teoriche dell’I.P.R. e da altre personalità del campo della psicologia e della psicoterapia e sono aperti anche a persone esterne all’Istituto.
All’inizio di ciascun anno accademico è disponibile, presso le segreterie dell’I.P.R., il calendario degli incontri.

Giornate di studio
Ogni anno sono previste una o due giornate di studio su temi specifici.
Possono parteciparvi anche persone non iscritte alle attività formative dell’Istituto.
Esse vengono pubblicizzate attraverso brochures o lettere personali con congruo anticipo.

Convegni
I convegni vengono promossi con la partecipazione di prestigiosi clinici e studiosi italiani e di altre nazionalità con l’obiettivo di mettere a confronto vari modelli operativi e di riflettere sulle teorie e le pratiche dell’intervento psicoterapeutico.

 

 

 

 

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA SISTEMICO - RELAZIONALE

Articolo 1

(Finalità)

Il presente regolamento definisce gli organi della Scuola di specializzazione quadriennale in Psicoterapia ad orientamento sistemico-relazionale in seguito denominata Scuola e le rispettive funzioni, i criteri di ammissione, i sistemi di valutazione intermedi e finali, i criteri per l’assegnazione del diploma finale di specializzazione.

Articolo 2

(Organi della Scuola)

1) Sono Organi della Scuola:
a. il Comitato Scientifico;
b. il Rappresentante Legale;
c. il Direttore;
d. il Segretario Didattico;
e. il Collegio dei Didatti;
f. il Consiglio della Scuola;

Articolo 3

(Il Comitato Scientifico)

1) Il Comitato Scientifico è garante delle attività scientifiche e didattiche del Scuola e presenta ogni anno al Ministero una relazione illustrativa sul programma svolto dalla Scuola nell’anno immediatamente precedente e su quello da svolgere nell’anno successivo.
2) Il Comitato Scientifico è composto almeno da tre membri, tra cui:
a. il Direttore della Scuola;
b. un docente universitario nelle discipline di cui all’art. 8, comma 3, del Decreto del MURST dell’11 dicembre 1998, n. 509, che non deve avere alcuna attività di docenza o di didattica all’interno della Scuola, il quale assume la carica di garante.
c. il Rappresentante Legale.

Articolo 4

(Il Rappresentante Legale)

1) Il Rappresentante Legale ha la rappresentanza e la responsabilità legale della Scuola.
2) È compito del Rappresentante Legale nominare:
a. il Direttore;
b. il Comitato Scientifico in concerto con il Direttore.

Articolo 5

(Il Direttore)

1) Il Direttore è nominato dal Rappresentante legale tra i professionisti che abbiano le seguenti caratteristiche:
a. essere iscritti all’Ordine degli Psicologi o a quello dei Medici;
b. avere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività psicoterapeutica da almeno 10 anni.
2) È compito del Direttore:
a. Presiedere e gestire le attività didattiche e formative della Scuola;
b. Approvare i programmi degli insegnamenti;
c. Nominare e presiedere la Commissione d’esame di passaggio d’anno;
d. Predisporre il programma didattico annuale, il calendario delle attività e le date degli esami in concerto con il collegio dei Didatti;
e. Nominare e presiedere il Collegio dei Didatti;
f. Firmare i Diplomi di Specializzazione;
g. Procedere all'affidamento degli insegnamenti previsti dalla programmazione didattica così come approvate dal collegio dei didatti.
h. Nominare il Consiglio della Scuola e definire le modalità per eleggere i rappresentanti degli specializzandi del Consiglio della Scuola.

Articolo 6

(Il Segretario Didattico)

1) Il Segretario Didattico è nominato dal Direttore tra i Didatti che abbiano le seguenti caratteristiche:
a. essere iscritti all’Ordine degli Psicologi o a quello dei Medici;
b. avere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività psicoterapeutica;
2) È compito del Segretario Didattico:
a. Sostituire il Direttore in tutti i casi di impedimento di quest’ultimo;
b. Coordinare la segreteria didattica;
c. Programmare il calendario delle attività didattiche e le date degli esami di concerto con il Direttore;
d. Predisporre un apposito libretto di formazione che consente all’allievo ed al Collegio dei Docenti il controllo delle attività svolte per sostenere gli esami annuali e finali;
e. Pubblicizzare le informazioni relative alle attività didattiche, anche attraverso il sito web della Scuola.

Articolo 7

(Il Collegio dei Didatti)

1) Il Collegio dei Didatti è composto dal direttore, dal Segretario didattico e da almeno 4 didatti che svolgono incarichi di insegnamento nella Scuola;
2) Il Collegio si riunisce almeno una volta l’anno su convocazione del Direttore per la programmazione didattica annuale ed una volta al mese per valutare l’andamento delle attività formative ed affrontare eventuali criticità emerse.
3) Il Collegio dei Didatti svolge le seguenti funzioni:
a. Stabilisce le strategie nonché gli standard formativi della Scuola;
b. Predispone il piano formativo e la programmazione didattica annuale, con i relativi docenti e tutors di gruppo (2 tutors per ciascun gruppo);
c. Stabilisce annualmente, nell’ambito del programma didattico, i seminari, workshop, stages ed altre eventuali esperienze formative di particolare interesse;
d. Propone le sedi di tirocinio accreditate alla Scuola, che provvede a stipulare con le relative amministrazioni le apposite convenzioni; ne verifica poi la rispondenza e decide in ordine agli eventuali rinnovi;
e. Incontra i rappresentanti degli allievi dei singoli anni di corso per accogliere e valutare le loro proposte;
f. Approva la data di inizio e fine di ciascun corso e il calendario delle lezioni programmati dal Segretario didattico e dal Direttore;
g. Stabilisce le modalità degli esami annuali e della prova finale per il conseguimento del titolo;
h. Definisce i criteri per l’attribuzione della borsa di studio prevista per il primo anno di corso.

Articolo 8

(Il Consiglio della Scuola)

1) Il Consiglio della Scuola è composto dal Direttore della Scuola, dal Segretario Didattico della Scuola, da n. 3 Didatti della Scuola e da n. 3 rappresentanti degli Specializzandi.
2) I tre Didatti della Scuola sono nominati dal Direttore.
3) I Rappresentanti degli Specializzandi sono nominati attraverso elezioni indette dal Direttore della Scuola e restano in carica tre anni. L’elettorato attivo e passivo spetta agli studenti iscritti alla Scuola alla data delle elezioni. Ogni avente diritto può esprimere una sola preferenza. La votazione è valida se vi abbia preso parte almeno un terzo degli aventi diritto. I rappresentanti degli studenti specializzandi decadono al momento della perdita della qualità di studenti specializzandi; ove ciò si verifichi prima del termine del mandato, si provvede alla sua sostituzione mediante scorrimento di eventuali candidati primi non eletti (surroga) ovvero mediante elezioni qualora la surroga non sia possibile. Il mandato del subentrante termina con il triennio degli altri rappresentanti.
4) Il Consiglio della Scuola di Specializzazione svolge:
a. Funzioni propositive e consultive in relazione al percorso formativo dello
specializzando, nonché alla gestione delle attività formative della Scuola;
b. Funzioni propositive e consultive in materia di progettazione e programmazione
didattica;
c. Elaborazione di obiettivi, criteri e modalità di valutazione del processo formativo.

Articolo 9

(Servizio clinico)

La Scuola istituisce un servizio clinico per consentire la pratica clinica degli allievi in formazione, attraverso la selezione di richieste di psicoterapia pervenute alla Scuola da affidare agli allievi del terzo e quarto anno seguiti in supervisione diretta da un didatta.
Il Servizio clinico è gestito da due didatti e due tutors nominati dal Direttore della Scuola.
E’ prevista inoltre, l’organizzazione di Corsi di supervisione e intervisione rivolti ai giovani terapeuti che hanno già conseguito il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia. I Corsi sono tenuti da Didatti della Scuola indicati dal Direttore.

Articolo 10

(Criteri per l’ammissione degli allievi)

Alla Scuola sono ammessi i laureati in Psicologia e in Medicina e Chirurgia che siano iscritti ai rispettivi albi professionali o che conseguano il titolo di abilitazione all’esercizio della professione entro la prima sessione utile dall’effettivo inizio del corso.
L’ammissione è subordinata alla valutazione di:
a. titoli di studio professionali e accademici del candidato e suoi eventuali lavori scientifici.
b. motivazioni alla formazione nell’ambito della psicoterapia relazionale-sistemica con particolare riferimento alla disponibilità e all’apertura personale ad un lavoro su di sé.
c. attitudini, potenzialità personali ed eventuali esperienze pregresse di psicoterapia.
Essa avviene attraverso:
a. due colloqui individuali con due didatti della scuola e con una valutazione congiunta.
b. la valutazione del curriculum del candidato e delle risultanze dei colloqui con relativa ratifica dell’ammissione da parte del Collegio dei didatti della scuola.
Ogni anno il Collegio dei didatti valuta gli allievi iscrivibili a ciascun corso e la Direzione della Scuola mette a concorso il numero di posti stabilito dal MIUR per ciascuna sede della Scuola di Specializzazione.

Articolo 11

(Diritti e doveri degli allievi)

L’allievo ha diritto a usufruire di tutte le prestazioni erogate dalla Scuola e a essere informato ogni anno anticipatamente circa il costo annuale della Scuola e il programma delle attività formative.
L’allievo può utilizzare il materiale audiovisivo presente nell’archivio della Scuola per soli scopi formativi ed esclusivamente all’interno della Scuola stessa, rispettando la normativa vigente sulla privacy.
L’allievo è tenuto a pagare le rette annue nelle misure e nei tempi richiesti dalla segreteria amministrativa della sede presso la quale è iscritto; l’allievo non in regola con i pagamenti non potrà in nessun caso essere ammesso a sostenere gli esami annuali o quello finale.
L’allievo è altresì tenuto a conoscere e rispettare il presente regolamento, e le sue eventuali future modificazioni e integrazioni, nonché le prescrizioni e indicazioni dategli dai rappresentanti della Scuola, e a mantenere sempre un comportamento pubblico e personale dignitoso e comunque tale da non compromettere il prestigio ed il buon nome della Scuola.
L’allievo può comunicare per iscritto in qualsiasi momento di voler rinunciare al percorso di specializzazione intrapreso. La dichiarazione di rinuncia sottoscritta produce la perdita della condizione di specializzando dal momento della presentazione alla segreteria della Scuola. Ciò non fa venir meno l’obbligo di corrispondere per intero la retta annuale stabilita.

Articolo 12

(Frequenza e partecipazione ai corsi)

La frequenza è obbligatoria. Non sono ammesse assenze dalle lezioni superiori al 20% del monte ore di ciascun anno. La partecipazione al 2°, 3° e 4° anno accademico è subordinata alla frequenza, al profitto e al superamento degli esami dell’anno precedente, nonché allo svolgimento delle ore di tirocinio previste.

Articolo 13

(Tirocinio)

L’insegnamento teorico e la formazione pratica sono integrati dalla frequenza dell’allievo ad un tirocinio professionale da svolgersi presso strutture, servizi pubblici o privati accreditati presso il Servizio Sanitario Nazionale.
Il tirocinio viene svolto sotto la guida di un supervisore.
Ogni anno l’allievo deve espletare le 120 ore annue di tirocinio previste dal piano didattico approvato dal Ministero.
Sono ammesse solo alcune eccezioni, ad esempio nel caso di allievi, che si iscrivono al I anno prima di aver sostenuto l’esame di Stato, e che quindi cominciano il tirocinio più tardi, una volta abilitati all’esercizio della professione, e nel caso di allievi che, per gravi e documentati motivi, non possono portare a termine le ore di tirocinio nell’anno in corso.
In tutti questi casi, le ore mancanti nel primo anno devono essere recuperate entro il secondo.
Il Ministero ha fatto, altresì, divieto di promuovere uno studente dal secondo al terzo anno, se alla fine del secondo questi non ha completato il monte ore totale di tirocinio dei primi due anni.
Entro il quarto anno devono essere espletate per intero le ore di tirocinio complessive di tutti gli anni, poiché si può rilasciare diploma di specializzazione, solo dopo aver soddisfatto tutti i requisiti.
Ne consegue che l’allievo non potrà sostenere l’esame finale di specializzazione, se non avrà prima terminato tutte le ore di tirocinio previste dal piano didattico.
La Scuola di Specializzazione fornisce l’allievo di idonea copertura assicurativa per l’attività di tirocinio.

Articolo 14

(Libretto di Formazione)

Il Collegio dei Didatti predispone apposito Libretto di Formazione personale che consente all’allievo, ai didatti ed al Consiglio dei Didatti il controllo degli insegnamenti teorici, della formazione pratica e di supervisione e del tirocinio seguito da ciascun allievo.
Il Libretto di Formazione contiene, per ogni anno di corso, l’attestazione delle presenze in ogni area formativa, ivi compresa la frequenza al tirocinio e gli esiti degli esami annuali. L’allievo è tenuto alla cura e conservazione del Libretto, di cui è diretto responsabile.

Articolo 15

(Tutor di gruppo)

Il Tutor di gruppo è nominato dal Collegio dei Didatti tra coloro che, specializzati da almeno due anni, ne hanno fatto richiesta.
Svolge le seguenti funzioni:
a. Fa da intermediario e da raccordo tra le richieste e gli eventuali problemi degli allievi e la Scuola, ponendosi in relazione da una parte con gli allievi ed i loro rappresentanti, dall’altra con i didatti e gli altri organi della Scuola.
b. Segue gli allievi nel loro iter didattico, supportandoli in particolare nello studio dei testi e dell’approfondimento teorico in generale.
Il tutor di gruppo può partecipare, su richiesta, alle riunioni del Collegio dei Didatti.

Articolo 16

(Esami intermedi ed esame finale)

Durante il percorso formativo sono previsti:
a) esame conclusivo del primo anno, propedeutico al passaggio al secondo anno: si articola nell’elaborazione di un resoconto teorico-esperienziale sull’anno di formazione e successiva discussione e valutazione in gruppo.
b) esame conclusivo del secondo anno, propedeutico al passaggio al terzo anno: consiste nella descrizione scritta di un caso clinico osservato a Scuola o seguito nel contesto di tirocinio.
c) esame conclusivo del terzo anno, propedeutico al passaggio al quarto anno: elaborazione scritta e discussione in gruppo di un caso clinico seguito dall’allievo in supervisione.
d) esame conclusivo del quarto anno: prevede una prova scritta riguardante gli insegnamenti teorici previsti dal programma di studi e la stesura di una tesi composta da due parti: la prima parte riguardante il percorso formativo personale di ogni allievo e la seconda parte riguardante uno o più casi clinici seguiti dall’allievo.
La tesi viene discussa dinanzi ad una Commissione d’Esame, presieduta e nominata dal Direttore della Scuola.
La commissione d’ Esame dispone di una votazione espressa in cinquantesimi così articolata: 10 punti per esame orale, 10 punti per la compilazione della tesi e 30 punti per il profitto maturato dall’allievo nell’intero quadriennio. Per conseguire il Diploma di Specializzazione l’allievo deve conseguire un punteggio di almeno 40/50.

Articolo 17

(Diploma)

Al termine del Corso di Formazione, dopo il superamento della prova finale, costituita dalla stesura e discussione della tesi di Specializzazione, viene rilasciato all’allievo il Diploma di Specializzazione in Psicoterapia Relazionale, che abilita all’esercizio dell’attività di psicoterapeuta.
Il Diploma in un unico originale è firmato dal Direttore della Scuola ed è registrato su apposito registro.

Articolo 18

(Allegati)

Si considerano parte integrante del seguente regolamento i seguenti allegati:
a. Piano di studi formativo approvato nell’anno in corso;
b. Accordo Formativo

 

Piano di studi formativo

Gli insegnamenti teorici di base riguardano lo studio della psicologia generale dei processi cognitivi e percettivi; la psicologia dello sviluppo; l'epistemologia sistemica e i concetti base della psicologia della famiglia; la psicodiagnostica clinica e lo studio dei processi psicofisiologici e psicosomatici utili ad inquadrare l'individuo come unità bio-psico-sociale.

Agli insegnamenti di base si accompagnano gli insegnamenti caratterizzanti che approfondiscono in particolare l'approccio sistemico-relazionale nei vari contesti terapeutici.

Essi sono affidati a docenti universitari, a docenti della scuola e a docenti esterni di documentata esperienza.

I anno:

  • • Psicologia generale dei processi cognitivi e percettivi I

  • • Psicologia sociale della famiglia I

  • • Analisi dei processi psicofisiologici e psicosomatici

  • • Metodologia della diagnosi e psicodiagnostica clinica I

  • • Teoria e modelli psicoterapeutici e analisi comparata dei principali indirizzi I

  • • Elementi di psicofarmacologia

II anno:

  • • Psicologia dello sviluppo infantile e psicopatologia dell'età evolutiva

  • • Epistemologia sistemica I

  • • Teorie e tecniche della comunicazione umana con particolare riferimento alle dinamiche delle relazioni familiari

  • • Teoria e modelli dell'intervento psicoterapeutico individuale e familiare

  • • Aspetti etici e deontologici della relazione psicoterapeutica

  • • Teorie e modelli dell'intervento psicoterapeutico di gruppo

III anno:

  • • Psicologia sociale della famiglia II

  • • Teoria dell'attaccamento e sistemi motivazionali interpersonali I

  • • Metodologia della diagnosi e psicodiagnostica clinica II

  • • Teoria e tecniche dell'osservazione sistemico-relazionale

  • • Teoria e modelli psicoterapeutici e analisi comparata dei principali indirizzi I

  • • Metodi quantitativi nella ricerca clinica

  • • La famiglia adottiva

IV anno:

  • • Psicologia generale dei processi cognitivi e percettivi II

  • • Psicologia dello sviluppo infantile e psicopatologia dell'età evolutiva II

  • • Epistemologia sistemica II

  • • Psicoterapia delle crisi di sviluppo familiare e di coppia

  • • Psicopatologia delle relazioni familiari

  • • Teoria dell'attaccamento e sistemi motivazionali interpersonali II

  • • Mediazione familiare

I gruppi di studio e di ricerca consentono agli specializzandi di ciascun corso di analizzare i testi fondamentali del modello sistemico-relazionale.

Essi promuovono anche l'approfondimento di nuovi filoni di studio e forniscono la capacità di apprendere una specifica metodologia di ricerca.

A fine di ciascun anno, il lavoro diviene patrimonio di tutti e le relazioni costituiscono oggetto di pubblicazioni periodiche a cura dell'IPR.

I laboratori teorico-clinici hanno come obiettivo principale la formazione da parte dell'allievo di un linguaggio comune finalizzato soprattutto allo scambio delle esperienze cliniche. L'apprendimento avviene a partire da letture magistrali programmate e discussione di materiale clinico presentato dai didatti (cartelle familiari, videotape).

Il training di base e la supervisione clinica hanno come obiettivo l'acquisizione per tutti gli allievi della competenza a condurre psicoterapie sistemico-relazionali in setting familiari, di coppia e individuale.

Il training di base consente lo studio e la conoscenza di sé nel contesto del gruppo di formazione e quindi nel costruttivo e continuo confronto con colleghi e didatti di cui il gruppo e' fonte e stimolo.

Strumenti classici dell'approccio relazionale-sistemico quali il genogramma, la simulata con l'uso dello specchio unidirezionale, la scultura della propria famiglia di origine, il role playing sono preziosi per accedere al mondo interno del terapeuta, ai suoi valori, alle questioni eventualmente irrisolte della famiglia di origine che rischiano altrimenti di venir replicati nei rapporti adulti, inclusa, naturalmente, la relazione terapeutica.

Numero di allievi per anno di corso

Ogni anno il Consiglio valuta gli allievi iscrivibili a ciascun corso e la Direzione della Scuola mette a concorso i posti per un numero massimo di 20 studenti per la sede di Napoli e 15 per la sede di Caserta.

Tirocinio

Il tirocinio nelle istituzioni pubbliche (120 ore annuali) è fondamentale complemento al training clinico svolto nel contesto protetto della scuola: misurarsi con le prassi operative delle varie istituzioni risulta indispensabile per acquisire esperienza di diagnostica clinica nelle diverse situazioni di disagio psicologico ed affinare le capacità di intervento psicoterapeutico anche nelle situazioni di emergenza.

Supervisione

La supervisione clinica si articola in:

  • • supervisione indiretta di situazioni cliniche presentate dall'allievo, relative a contesti di lavoro professionale sia pubblico che privato;

  • • supervisione diretta condotta da un didatta in situazioni cliniche specifiche con l'ausilio dello specchio unidirezionale.

L'allievo in questo modo sperimenta contemporaneamente la conduzione di un processo psicoterapeutico e l'opportunità di lavorare su di se' attraverso l'intervento del didatta.

La supervisione diretta rappresenta lo strumento elettivo della formazione in psicoterapia relazionale sistemica in quanto consente all'allievo di sperimentarsi con la rete protettiva del gruppo e del supervisore e di verificarsi negli apprendimenti e nelle competenze che va acquisendo.

Esami

Sono previsti momenti di verifica alla fine di ciascun anno di training ed una valutazione a compimento del quarto anno.

La valutazione finale tiene conto, attraverso un esame orale, delle acquisizioni teorico-pratiche maturate nel quadriennio in tutte le aree di insegnamento nonché della presentazione e discussione di una tesi relativa per una parte al percorso di maturazione personale compiuto e per un'altra alla elaborazione di un processo terapeutico concluso, previamente concordato con un didatta.

Titolo rilasciato

Diploma di Specializzazione Quadriennale in Psicoterapia Sistemico-Relazionale riconosciuto ai sensi degli articoli 3 e 35 della legge n. 56 del 18 febbraio 1989, come equipollente al diploma rilasciato dalle corrispondenti scuole di specializzazione universitarie. Il titolo consente l'iscrizione negli elenchi di professionisti abilitati all'esercizio della psicoterapia presso gli ordini degli Psicologi e dei Medici.

 

Alla Scuola sono ammessi i laureati in Psicologia e in Medicina e Chirurgia che siano iscritti ai rispettivi albi professionali o che conseguano il titolo di abilitazione all’esercizio della professione entro la prima sessione utile dall’effettivo inizio del corso.

L’ammissione è subordinata alla valutazione di:

a. titoli di studio professionali e accademici del candidato e suoi eventuali lavori scientifici.

b. motivazioni alla formazione nell’ambito della psicoterapia relazionale-sistemica con particolare riferimento alla disponibilità e all’apertura personale ad un lavoro su di sé.

c. attitudini, potenzialità personali ed eventuali esperienze pregresse di psicoterapia.

Essa avviene attraverso:

a. due colloqui individuali con due didatti della scuola e con una valutazione congiunta.

b. la valutazione del curriculum del candidato e delle risultanze dei colloqui con relativa ratifica dell’ammissione da parte del Collegio dei didatti della scuola.

Ogni anno il Collegio dei didatti valuta gli allievi iscrivibili a ciascun corso e la Direzione della Scuola mette a concorso il numero di posti stabilito dal MIUR per ciascuna sede della Scuola di Specializzazione.

Borsa di studio

Alla fine del primo anno gli allievi possono concorrere ad una borsa di studio del valore di € 1.600. L'assegnazione avviene da parte di una commissione didattica che valuta un elaborato scritto sui temi inerenti la psicologia e la psicoterapia relazionale-sistemica, affrontati nel percorso formativo.

La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Relazionale ha ottenuto il riconoscimento dal MIUR per la sede di Napoli con D.M. del 5 Aprile 2007 pubblicato sulla G.U. 87 del 14 Aprile 2007 e per la sede di Caserta con D.M. del 29 Maggio 2009 pubblicato sulla G.U. 137 del 16 Giugno 2009.

Il modello teorico della Scuola di Specializzazione è fondato sulla prospettiva relazionale e sulla teoria generale dei sistemi. In continuità con la tradizione psicodinamica la prospettiva relazionale parte dalle teorizzazioni di Bowen, Whitaker, Ackerman, Boszormenyi-Nagy e Stierling per approdare alla relazione come unità di osservazione attraverso cui comprendere il mondo intra- ed inter-personale dell’individuo. Per quanto riguarda invece il concetto di sistema, il riferimento riguarda la teoria di von Bertanlanffy. Alcuni aspetti di questa teoria sono stati oggetto di nuovi sviluppi da parte dell’I.P.R. e costituiscono le linee guida dell’approccio attualmente seguito dall’istituto sia nella ricerca (Baldascini 1993, Vita da Adolescenti) sia nella clinica (Baldascini 2002, Legami terapeutici) che nella formazione (Baldascini 1996, Il gruppo in formazione: apprendimento e cambiamento). Si vuole restituire al modello sistemico la sua complessità cercando di superare i dualismi e i riduzionismi riferiti all’individuo o alla famiglia e alla psiche dal sistema. L’attenzione si sposta al rapporto tra individuo-famiglia e alla storia intergenerazionale. L’osservazione del comportamento attuale di un individuo si allarga alla considerazione dei mandati, dei miti, delle lealtà invisibili e dei “sospesi” che vincolano il presente al passato, l’individuo al suo gruppo familiare e alle trascorse generazioni.

Cardine della metodologia formativa è il gruppo inteso come strumento di elaborazione ed apprendimento comune in un continuo rimando tra teoria e clinica. La formazione consente l'apprendimento di tecniche necessarie per allestire contesti terapeutici individuali, familiari e di coppia. Permette inoltre di sviluppare la capacità di gestire progetti terapeutici complessi e di collaborare con altri professionisti sia nel contesto pubblico che in quello privato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Privacy Policy

Chi siamo

L’indirizzo del nostro sito web è: https://www.ipr.napoli.it

Con il presente documento, ai sensi degli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 (“codice privacy”), nonché in base a quanto previsto dal Provvedimento generale del Garante privacy dell’8 maggio 2014 indichiamo le modalità di utilizzo dei cookie all’interno del suddetto sito web

Quali dati personali raccogliamo e perché li raccogliamo

Ai sensi dell’articolo 13 del Codice Privacy (D.Lgs. 196/03), La informiamo che l’impresa titolare del sito, indicata in calce alla Home Page del sito medesimo, è il titolare del trattamento (di seguito “Titolare”) nei limiti di quanto di seguito specificato.
Secondo la legge indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

1. Questo sito raccoglie dati necessari alla navigazione e alla fruizione dei servizi ad essa collegati, trattandoli in forma anonima ed aggregata;

2. il trattamento di tali dati verrà effettuato attraverso strumenti automatizzati e non, in conformità con le finalità indicate e nel rispetto dei requisiti di riservatezza e delle più idonee misure di sicurezza, come indicate dal Codice Privacy;

3. il conferimento dei dati è necessario per perseguire le finalità summenzionate e gli stessi non saranno né comunicati, né diffusi;

4. i dati saranno conservati per il periodo strettamente necessario al perseguimento delle finalità suindicate e comunque per non oltre un anno; il trattamento e la conservazione sono effettuati presso i Data Center di Aruba Spa ubicati sul territorio nazionale o comunque nell’ambito del territorio dei paesi facenti parte dell’Unione Europea;

5. nella Sua qualità di interessato del trattamento, Le è garantito l’esercizio dei diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/03, tra i quali il diritto di ottenere dal Titolare del trattamento la conferma dell’esistenza dei Suoi dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile, di conoscere le modalità e le logiche del trattamento, di richiedere l’aggiornamento e l’integrazione dei dati stessi, la loro cancellazione o trasformazione in forma anonima, in caso di violazione di legge, nonché, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi in qualsiasi momento per iscritto al Titolare del trattamento, presso la sua sede indicata nel sito internet medesimo.

Commenti

Quando i visitatori lasciano commenti sul sito, raccogliamo i dati mostrati nel modulo dei commenti e anche l’indirizzo IP del visitatore e la stringa del user agent del browser per aiutare il rilevamento dello spam.

Una stringa anonimizzata creata dal tuo indirizzo email (anche chiamato hash) può essere fornita al servizio Gravatar per vedere se lo stai utilizzando. La privacy policy del servizio Gravatar è disponibile qui: https://automattic.com/privacy/.

Dopo l’approvazione del tuo commento, la tua immagine del profilo è visibile al pubblico nel contesto del tuo commento.

Modulo di contatto

 

 

Cookie

INFORMATIVA ESTESA SUI COOKIE

Cosa sono i cookies

I cookies sono piccoli file di testo che vengono automaticamente posizionati sul PC del navigatore all’interno del browser. Essi contengono informazioni di base sulla navigazione in Internet e grazie al browser vengono riconosciuti ogni volta che l’utente visita il sito.
Di seguito troverai tutte le indicazioni dei cookie installati da questo sito e le indicazioni necessarie su come gestire le tue preferenze.

Cookie utilizzati da questo sito

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze. I cookies utilizzati in questo sito rientrano nelle categorie descritte di seguito.

Gestione dei cookie

1 – Cookie tecnici

I cookie tecnici descritti qui di seguito non richiedono consenso perciò vengono installati automaticamente a seguito dell’accesso al sito

– Cookies che permettono al sito di funzionare correttamente anche consentendo all’utente di avere un’esperienza di navigazione funzionale. Ad esempio, mantengono l’utente collegato durante la navigazione evitando che il sito richieda di collegarsi più volte per accedere alle pagine successive.

– Cookie che permettono di ricordare le preferenze selezionate dall’utente durante la navigazione, ad esempio, consentono di impostare la lingua.

– Cookie che aiutano a capire, attraverso dati raccolti in forma anonima e aggregata, come gli utenti interagiscono con il sito internet fornendo informazioni relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, eventuali malfunzionamenti.

2.1 – Cookie Statistici e di Misurazione dell’audience di terze parti

Questi cookie forniscono informazioni anonime/aggregate sul modo in cui i visitatori navigano sul sito. Di seguito i link alle rispettive pagine di cookies policy per gestire il consenso.

  • Google
  • Google Analytics: sistema di statistiche
  • Cookies analitici
  • privacy policy

 

2.2 – Cookie di social media sharing

Questi cookie di terze parti – qualora presenti i collegamenti sul sito – vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all’interno del sito. In particolare permettono la registrazione e l’autenticazione sul sito tramite facebook e google connect, la condivisione e i commenti di pagine del sito sui social, abilitano le funzionalità del “mi piace” su Facebook e del “+1” su G+. Di seguito i link alle rispettive pagine di cookies policy per gestire il consenso.

3 – Ricordati che puoi gestire le tue preferenze sui cookie anche attraverso il browser

Se si utilizza Internet Explorer
In Internet Explorer, fare clic su “Strumenti” e selazionare “Opzioni Internet”. Nella scheda Privacy, spostare il cursore verso l’alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentire tutti i cookie, e quindi fare clic su OK.

 

Se si utilizza il browser Firefox
Scegliere il menù “Strumenti” del browser e selezionare il menu “Opzioni”. Fare clic sulla scheda “Privacy”. Nell’elenco a discesa “Regole di conservazione” selezionare il livello desiderato. Spuntare la casella “Accettare i cookie” per attivare i cookie, o togliere la spunta per disattivarli. Scegliere per quanto tempo i cookie possono essere conservati.

 

Se si utilizza il browser Safari
Cliccare nel Menù Safari, selezionare il menu “Modifica” e selezionare “Preferences”. Cliccare su “Privacy”. Posizionare l’impostazione “cookies Block” e fare clic su OK.

 

Se si utilizza il browser Google Chrome
Cliccare sul menu Chrome nella barra degli strumenti del browser. Selezionare “Impostazioni”. Cliccare su “Mostra impostazioni avanzate”. Nella sezione “Privacy”, cliccare su “Impostazioni contenuti”. Nella sezione “Cookies”, selezionare “Impedisci a tutti i siti di salvare i dati” e quindi fare clic su OK.

 

Se usi un qualsiasi altro browser o non conosci il tipo e versione di browser che stai utilizzando, clicca “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

Commenti

Se lasci un commento sul nostro sito, puoi scegliere di salvare il tuo nome, indirizzo email e sito web nei cookie. Sono per la tua comodità in modo che tu non debba riempire nuovamente i tuoi dati quando lasci un altro commento. Questi cookie rimarranno per un anno.

Se hai un account e accedi a questo sito, verrà impostato un cookie temporaneo per determinare se il browser accetta i cookie. Questo cookie non contiene dati personali e viene eliminato quando si chiude il browser.

Quando effettui l’accesso, verranno impostati diversi cookie per salvare le informazioni di accesso e le opzioni di visualizzazione dello schermo. I cookie di accesso rimangono per due giorni e i cookie delle opzioni sullo schermo rimangono per un anno. Se selezioni “Ricordami”, il tuo login persisterà per due settimane. Se esci dal tuo account, i cookie di accesso verranno rimossi.

Se modifichi o pubblichi un articolo, un cookie aggiuntivo verrà salvato nel tuo browser. Questo cookie non include dati personali e indica semplicemente l’ID del post dell’articolo appena modificato. Scade dopo 1 giorno.

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati di altri siti web si comportano esattamente nello stesso modo in cui il visitatore ha visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, utilizzare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti, e monitorare l’interazione con quel contenuto incorporato, incluso il tracciare la tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quel sito web.

Per quanto tempo conserviamo i tuoi dati

Se si lascia un commento, il commento e i relativi metadati vengono conservati a tempo indeterminato. È così che possiamo riconoscere e approvare automaticamente eventuali commenti di follow-up invece di tenerli in una coda di moderazione.

Per gli utenti che si registrano sul nostro sito web (se presenti), memorizziamo anche le informazioni personali che forniscono nel loro profilo utente. Tutti gli utenti possono vedere, modificare o cancellare le loro informazioni personali in qualsiasi momento (eccetto il loro nome utente che non possono cambiare). Gli amministratori del sito web possono anche vedere e modificare queste informazioni.

Quali diritti hai sui tuoi dati

Se hai un account su questo sito, o hai lasciato commenti:

  1. puoi richiedere di ricevere un file esportato dal sito con i dati personali che abbiamo su di te, compresi i dati che ci hai fornito
  2. puoi anche richiedere che cancelliamo tutti i dati personali che ti riguardano
  3. questo non include i dati che siamo obbligati a conservare per scopi amministrativi, legali o di sicurezza.

Dove spediamo i tuoi dati

I commenti dei visitatori possono essere controllati attraverso un servizio di rilevamento automatico dello spam.

Le tue informazioni di contatto

Titolari dei dati acquisiti

prof. Luigi Baldascini
Tel. 081.190.190.01
Posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DPO

mail diretta del dpo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Informazioni aggiuntive

Come proteggiamo i tuoi dati

Monitoriamo costantemente il sito web, aggiorniamo componenti moduli e plug-in all’ultima versione disponibile.

Il nostro sito e di conseguenza i dati acquisiti sono ospitati dai Data Center di Aruba Spa 

Quali procedure contro la violazione di dati sono in atto

Nel caso di violazioni del sito web e del relativo database:

  • metteremo il sito il Maintenance Mode
  • avviseremo subito le Autorità Competenti entro 72h
  • avviseremo gli utenti di cui possediamo i dati entro 72h
  • avviseremo l’hosting ospintante entro 72h
  • provvederemo ad una nuova installazione del software web

 

Cerca ...

 


 

 


 

 


 

Iscriviti alla Newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

GDPR ed ePR
Potrai sempre gestire/cancellare
i tuoi dati
gestionedati@ipr.napoli.it


 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie per migliorare la navigabilità del software web e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Altrimenti bloccali mediante le opzioni del tuo Browser